martedì 15 marzo 2011

I boschi e la città romana di Alife

I boschi e la città romana di Alife. Gragnano di lusso firmato da Iovine
DONATELLA BERNABO SILORATA
GIOVEDÌ, 10 MARZO 2011 LA REPUBBLICA - Napoli

Un casale con scuola di equitazione

donatella bernabò silorata
Nell´Alto casertano, nel territorio del Parco regionale del Matese, c´è una delle aree archeologiche più importanti e meno note della nostra regione: è l´area compresa tra i comuni di Alife, Sant´Angelo d´Alife e Raviscanina. Sulla carta passano quasi inosservati, sono ai margini delle solite rotte turistiche e ben poco pubblicizzati dalle guide. Siamo alle pendici del versante campano del massiccio del Matese, in una conca naturale segnata dal corso del Volturno e da folti boschi di faggio: il territorio era un crocevia strategico per i romani; Alife è sulla ex colonia Alliphae, al centro di importanti vie di comunicazione del I secolo avanti Cristo e, della città romana, conserva la forma di castrum fortificato con vie rettilinee che si incrociano ortogonalmente e con quattro porte in corrispondenza del cardo e del decumano. A una manciata di chilometri, l´area di Rupecanina, su una collina tra Sant´Angelo d´Alife e Raviscanina, è uno dei siti più interessanti della zona: sono stati rinvenuti numerosi oggetti preistorici e vasellame databile alla media e tarda età del bronzo e sono presenti costruzioni di epoca sannitica e romana ed edifici del X secolo su cui a varie riprese furono costruite fortificazioni difensive. La torre o maschio, intorno a cui si sviluppò il borgo, è certamente di epoca normanna. Ai piedi della collina di Rupe Canina, all´interno di un inghiottitoio carsico lungo sessanta metri, c´è il santuario rupestre dedicato a San Michele Arcangelo che conserva un tabernacolo, tracce di affreschi e una fonte battesimale. Per arrivare a Raviscanina dall´autostrata A1 si esce a Caianello, si imbocca la SS 372 Telesina e si esce a Pietravairano.

giovedì 10 marzo 2011

Trincea tedesca nella prima guerra mondiale

                                                  Trincea tedesca nella prima guerra mondiale