domenica 4 marzo 2012

Gli archeologi: «Scoperta eccezionale». Forse intatte alcune sepolture. Necropoli etrusca con 37 tombe

Gli archeologi: «Scoperta eccezionale». Forse intatte alcune sepolture. Necropoli etrusca con 37 tombe
E. SA.
CORRIERE DELLA SERA – 5 gennaio 2012

Gli Etruschi, la provincia di Viterbo e le tante meraviglie che l'archeologia è ancora in grado di svelare, a distanza di millenni, in questo territorio prodigo di sorprese. L'ultimissima, in ordine di tempo, di qualche ora fa dalle parti di Montalto di Castro. Una scoperta che la Soprintendenza all'Etruria Meridionale definisce «eccezionale» e di cui si conosceranno i dettagli nei giorni a venire, a scavi avanzati. Ad accorgersi delle antiche sepolture il personale della cooperativa archeologica di Firenze incaricato dalla stessa Soprintendenza di seguire opere di sterramento in quella zona, località Due Pini, durante lavori di sistemazione del terreno per nuovi insediamenti industriali. Per ora si sa che è stata individuata addirittura un'intera necropoli, costituita da 37 tombe etrusche. Tre sole tombe sono state già parzialmente esplorate con lavori di scavo e ripulitura. Una, di quattro camere, è risultata purtroppo saccheggiata in tempi remoti (che i tombaroli si sa, spesso arrivano prima di tutti). Ma secondo le prime valutazioni degli archeologi questa stessa tomba dovrebbe contenere ancora una parte del suo corredo funebre. Un'altra tomba invece dovrebbe essere ancora perfettamente intatta. E nei prossimi giorni si saprà di più quanto a eventuale contenuto. Ieri inoltre è stato trovato il «dromus», ovvero il corridoio d'ingresso, di un'ulteriore tomba risalente al VI secolo avanti Cristo. Lungo sei metri e mezzo e largo un metro e mezzo circa, all'interno conserva, per ora, resti ossei di un cavallo e una olla.

Nessun commento: