venerdì 16 ottobre 2009

Una tomba piena di gioielli

Una tomba piena di gioielli
DOMENICA, 11 OTTOBRE 2009 IL TIRRENO - Toscana

Gli Indiana Jones della Maremma scoprono un tesoro etrusco

Ancora un tesoro etrusco nella necropoli di Casenovoli, nel comune di Civitella Paganico. Un tesoro scientifico e spettacolare. Il primo è rappresentato dall’ottimo stato di conservazione dei resti umani. Il secondo da gioielli di raffinata fattura: un orecchino e, soprattutto, un anello in oro con incastonato uno spettacolare scarabeo nero.
È la seconda tomba scoperta nel bosco ai piedi del castello di Casenovole. La prima era intatta; fu un evento importante che meritò un articolo sull’Herald Tribune. Quest’ultima, invece, forse è stata violata in tempi antichi, ma questo non vuol dire niente. Anzi, agli occhi degli archeologi, sembra apparire ancora più interessante. A cominciare dal giallo dell’anello con lo scarabeo, probabilmente di provenienza egizia, ma di manifattura etrusca. Perché, invece di essere all’interno, è stato trovato nel dromos, il corridoio che ad essa conduce? I saccheggiatori lo persero nella fretta? Oppure è un simbolo di qualche tipo?
Nessuna ipotesi. Non per colpa degli Indiana Jones di Maremma, ma perché la soprintendente Gabriella Barbieri ha vietato di rilasciare interviste ai laureandi che hanno scoperto la tomba e che ieri stavano ancora scavando, minacciando di interrompere i lavori. Così ai componenti dell’ l’associazione “Odyssesus” (volontari, gli stessi che scoprirono la prima tomba detta Del Tasso) non è rimasto che obbedire. Negata anche la foto dell’anello. Sbalordito il sindaco di Civitella, Paolo Fratini: «Lo scavo è sulla strada e, visto che i gioielli sono al sicuro, perché dice no?». (b.z.)

Nessun commento: