martedì 11 agosto 2009

Sila, i misteri della necropoli

Sila, i misteri della necropoli
Gazzetta del Sud Cosenza 06/maggio/2006

SPEZZANO SILA - In arrivo le prime risposte ai misteri nell'insediamento preistorico del Cupone sulle sponde del lago Cecità. Oggi alle 18 presso la sala convegni di via Roma il direttore del Servizio di Preistoria e Protostoria della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Calabria Domenico Marino illustrerà i risultati di laboratorio relativi al sito archeologico scoperto nel 2005. Marino, direttore della campagna di scavo ancora in corso, annuncia novità. Pare che le tracce di sepoltura abbiano rivelato la presenza di una necropoli. L'archeologo ha riportato alla luce uno dei più grandi .stanziamenti preistorici d'Italia a quota 1130-1140 metri. «Lo scavo è partito da 4 ettari di area archeologica», spiega, «e si è esteso in orizzontale fino a 10 ettari circa. n materiale rinvenuto dimostra che i preistorici silani erano specialisti nella produzione, in loco, di lame». La campagna di scavi è stata promossa dalla Soprintendente Reggente per i Beni archeologici della Calabria, Annalisa Zarattini, e finanziata dal Ministero per i Beni e le Attività culturali. L'assessore alle Attività Culturali Giovanna Marsico esporrà le linee guida di un «progetto archeologico che coinvolgerà Camigliatello. Potrebbe sorgere un museo, un centro di raccolta di materiale preistorico di grande importanza scientifica. Una calamità per il turismo culturale e naturalistico». Ad agosto Marino terrà un'altra conferenza a Torre di Camigliati per la programmazione del Parco "Old Calabria". (ale.cola)

Nessun commento: