lunedì 17 agosto 2009

Spunta una necropoli.Scoperta di valore storico alla periferia cittadina

Spunta una necropoli. Scoperta di valore storico alla periferia cittadina
Paolo Lerario
04/04/2006, La Gazzetta del Mezzogiorno

Risale al IV secolo avanti Cristo circa. Otto le tombe ritrovate

MONTEIASI.
Una necropoli, risalente al IV - III secolo a. C., sta venendo alla luce in questi giorni nella periferia della cittadina. La scoperta, ritenuta di importante valore storico, è avvenuta in seguito allo spostamento di una condotta idrica nell'ambito dei lavori dell'ampliamento del Cimitero, appaltati dall'Amministrazione comunale. Il ritrovamento, inizialmente costituito da qualche manufatto in terracotta, è stato segnalato alla Soprintendeza del ministero per i Beni ed Attività culturali, che ha fatto intervenire la dottoressa Assunta Cocchiaro. L'esperta archeologa ha immediatamente avviato gli scavi d'indagine, ben prevedendo che in quella zona di Monteiasi vi potessero ancora essere sepolte testimonianze di valore. Gli esigui fondi assegnati alla Soprintendenza, gli scavi sinora hanno sinora consentito di portare alla luce del terzo millennio otto tombe per adulti e due per feti, scavate nella roccia e ricoperte da lastroni di carparo. «Accanto ad alcuni resti - ha verificato la dottoressa Cocchiaro - sono stati rinvenuti i corredi funerari costituiti da vasi a vernice nera ed ornamento personale». La notizia della scoperta delle tombe si è diffusa immediatamente nel paese e molti curiosi si sono recati sul posto per osservarle da vicino. Tutti, però, tenuti a debita distanza dal cordone protettivo che il sindaco, Benemerito Baldari, ha fatto sollecitamente predisporre con il coordinamento del corpo comunale dei Vigili Urbani. Dell'interessante ritrovamento sono stati informati anche i Carabinieri del Nucleo Tutela del patrimonio culturale ed artistico di Bari, guidato dal maresciallo Adornato, e la stazione dell'Arma di Grottaglie, comandata dal luogotenente Martella. Il prosieguo dei lavori, però, potrà durare soltanto per qualche giorno ancora. «Sino a quando - ha sostenuto la Cocchiaro - saranno disponibili i fondi per pagare l'impresa». «C'è consapevolezza dell'importanza per la comunità - ha sostenuto, al proposito, Baldari -dell'inatteso ritrovamento.

C'impegneremo immediatamente, perciò, per far fronte alle più immediate necessità economiche per far proseguire gli scavi. Con l'approvazione del prossimo Bilancio di previsione si cercherà di istituire un apposito capitolo da destinare alla valorizzazione della necropoli». avviate le prime misure di prevenzione per evitare indesiderate «visite» notturne. Un Istituto di Vigilanza privato, perciò, ha già iniziato la volontaria vigilanza notturna nell'intera zona per evitare intrusioni e razzie dei reperti. Oltre i Carabinieri, la Guardia di Finanza ha predisposto servizi di controllo.

Nessun commento: